Dolci greci: altre sfiziosità da assaggiare in viaggio

Nell’articolo precedente vi abbiamo lasciato in sospeso con la nostra carrellata di dolci greci; eccovi ora altri cinque gruppi di specialità da assaggiare nei vostri prossimi soggiorni in Grecia, a seconda del periodo in cui capiterete:

  1. Yogurt greco con miele e noci

    Un grande classico che non ha bisogno di presentazioni. Gustoso anche nella variante con frutta di stagione e ottimo come colazione o merenda estiva.

  1. Vasilopita, tsoureki e melomakarona

    dolci-greci-tsoureki-pasquale

    Tsoureki di Pasqua con il tradizionale uovo colorato di rosso

    Eccoci ai dolci greci più legati alle festività. La vasilopita è la torta tradizionale di Capodanno col numero dell’anno impresso sopra e la monetina nascosta dell’impasto (tipo la nostra focaccia della Befana). Lo tsoureki è una torta di pan brioche a forma di treccia, spesso chiusa a coroncina. L’impasto è aromatizzato con masticha (resina originaria dell’isola di Chio dall’inconfondibile sapore), acqua di rose o anice, che le conferiscono l’invitante profumo. La treccia viene spennellata con l’uovo e cosparsa di mandorle in scaglie oppure di sesamo; pur essendo un dolce tipico pasquale, si trova in versione più piccola o come semplice brioche con uvetta secca anche nel resto dell’anno. I melomakarona sono dei golosissimi biscottini morbidi tipici del periodo natalizio: l’impasto rimane molto umido grazie al miele, al succo d’arancia e a una spruzzata di liquore. Una volta cotti al forno, i dolcetti vengono spennellati con uno sciroppo a base di miele e cosparsi di granella di mandorle e gherigli di noce.

  1. Halva

    Dolce a base di farina di semola dal gusto fresco, simile anche per consistenza a un budino.

    Si trova in molte varianti, in quanto si può aromatizzare con diversi sciroppi (come l’acqua di rose o di arancio) e granella di frutta secca e può essere morbido e umido oppure asciutto. Quest’ultimo ha il pregio di conservarsi molto bene e a lungo, tanto che per molti diventa l’assaggio di Grecia da portarsi a casa per addolcire il ritorno, sia come prodotto di pasticceria sia già confezionato nelle famose scatole regalo che molti avranno già visto nei negozi di souvenir.

  2. Pite dolci (milopita, sokolatipita, alla crema…)

    Il termine “pita” in greco indica sia le torte in generale sia il tipico fagottino di pastafillo ripieno di farcitura dolce o salata e ripegato a rettangolo o triangolo oppure attorcigliato a spirale. La spanakopita e la tiropita (rispettivamente tortino salato agli spinaci e al formaggio) sono forse le varianti più famose, ma non mancano le pite dolci: basta fare un giro in una delle tante panetterie per imbattersi in un paradiso di pite al cioccolato, alla polpa di mela o alla crema e cannella.

  1. E infine… la baklava!

    Diffuso in tutta l’area balcanica e mediorientale, la baklava è forse il dolce più popolare in Grecia, se non altro quello che tutti si aspettano di assaggiare visitando il paese. Umida e croccante, la baklava è costituita da strati di pasta fillo intervallati da una ricca farcitura di frutta secca (pistacchi, noci, nocciole…) e cosparsa dal consueto sciroppo a base di miele, zucchero, succo di limone e cannella.

Certo, i dolci greci non si esauriscono qui e in quanto a golosità tutto il mondo è paese, ma speriamo di avervi dato qualche spunto gastronomico in più per le vostre tappe in Grecia.

E visto che abbiamo parlato di Tsoureki pasquale, ne approfittiamo per augurare una buona Pasqua greca a chi si troverà da queste parti nei giorni di festa!

2 Comments

  • By Tzatziki, 15 giugno 2016 @ 10:01

    Adoro i dolci Greci e devo dire che il tuo post li racconta molto bene, aggiungerei però anche Loukoumades !!!!
    Grazie

  • By Moussaka, 11 agosto 2016 @ 10:49

    Sono appena tornato dalle mia vacanze in grecia e mi sono appassionato ai loro dolci.
    Favolosi…..

Altri link a questo post

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento